Turista per caso

Questo è un post turistico. Su alcune mete che ho visitato nei fine settimana nello Sjaelland nord-orientale. Certo, non è la regione del mondo più piena di cose interessanti, bisogna avvertire chi vuole venire in vacanza qui, ma qualche scusa per andare in giro e gustarsi l’atmosfera c’è.

Perchè non c’è solo del marcio qui!

Hillerod:

meno internazionalmente conosciuto del castello di Helsingor ma più bello è il castello di Hillerod, per l’esattezza: Frederiksborg Slot. E’ costruito su un isolotto vicino alla riva di un laghetto.
Una delle parti più interessanti, ed una delle poche originali, è la cappella con tanto di organo degli inizi del XVII secolo. Le stanze con tutti gli arradi sono tantissime. Vasti e belli pure i giardini.
Curioso all’ultimo piano una specie di museo della storia della Danimarca attraverso i ritratti dei personaggi di rilievo. Si arriva fino al 2006, c’è l’attuale principessa che non mi ricordo come si chiama. Qualche giorno dopo l’ho vista in foto: era meglio nel ritratto
castello.jpg
cappella.jpg

giardini.jpg

Helsingor/Helsinborg:

a nord dello Sjelland, Helsingor. Altri pochi chilomentri (di mare) e c’è Helsinborg che è in Svezia. In qualche modo sono considerate città gemelle. Sono andato ad Helsinborg tanto per andare in Svezia (non c’ero mai stato) ma a parte una torre mediovale vuota non mi pare ci sia niente da segnalare.
Helsingor, invece, è famosa per il castello (Kronborg Slot) che sarebbe quello d’Amleto. A parte questa ipotesi non è che sia poi molto altro. Divertente la scenetta alla cappella: non abbiamo visto nessuno all’ingresso e siamo entrati tranquillamente, dopo i primi 5 secondi stavamo già per dire che non era interessante quando una tizia ci ha chiesto il biglietto. Avete il coraggio di chiedere un biglietto per queste quattro mura neanche antiche? E se proprio ci tenete mettetevi almeno a chiederlo fuori perché altrimenti la prima occhiata è più che sufficiente. Siamo andati via. Desolante la visita alle stanze (quasi tutte vuote) a parte la sala da ballo che almeno è grande. Un po’ più divertenti le casematte dove ci si può perdere al buio e dove c’è il terribile Holger che dorme (vedi foto) ma pronto a risvegliarsi se la Danimarca dovesse essere minacciata(vedi foto). Noi ci abbiamo provato ma evidentemente, e con tutto l’impegno, non sembravamo minacciosi.

Il castello è circondato per 3 lati dal mare. Era una bellissima giornata. Magari se ci si torna con una atmosfera più romantica dopo essersi riletti l’Amleto fa una migliore impressione.
Il resto della città era invece totalmente vuoto, i turisti non sono poi tantissimi e non c’è nessuna intenzione di stare aperti per loro.
castello1.jpg
questa foto attirirerà sul mio blog tutti i maniaci che girano su internet…

majorettes.jpg
il terribile Holger:
holger.jpg

scritta.jpg

Dyrehave:

tra il campus ed il mare ad est si estende il Dynehavn. E’ un parco bello grande con tratti di bosco vero e proprio e vaste spianate. La particolarità è che è pieno di cervi e daini. Me l’avevano detto e ci credevo ma quando ci sono andato domenica scorsa sono rimasto impressionato dalla loro quantità e dalla facilità con cui puoi vederli. Prima un branco (decine e decine) al galoppo per raggiungere una radura. Poi ancora di più un po’ più in lontananza. Poi esemplari isolati e piccoli gruppi a pochi metri. Divertente questa cosa. Nel dubbio di fare fastidio non sono andato ancora più vicino. Ci sono di diverse razze, anche certi bianchi che pare siano rarissimi. Camminando sono arrivato al mare.

il cervo

cervo.jpg

e il mare

mare.jpg

Annunci

Una Risposta to “Turista per caso”

  1. cic Says:

    hei adriano
    giovedì mattina
    è un po’ che non ti leggevo, ogni tanto il lavoro vero tocca farlo…e sono stato in puglia e in basilicata…ho sfiorato l’uscita melfi della basentana, arrivandoci dall’entroterra apulo-lucano, venendo da gravina…ho attraversato i terreni argillosi e franosi che arrivano dopo i calcari pugliesi in una mattinapresto nebbiosa, poi sono risalito su strade ripide, ridisceso su strade ripide e sono andato a fare una penetrometrica alla stazione di potenza.
    la prossima volta passo da melfi e ti vado a fare una scritta sotto casa.

    vedo che ti diverti da birrette e viaggetti
    bravo ingegnere
    sono sparite xxx e yyy e sono apparsi daini e cervi (anche la foto alla banda di bionde, però)… ma questo probabilmente significa che hai dato inizio alla tua seconda vita, segreta e notturna, che nessuno conosce ma che ci hai confessato in una notte malsana di rum alle cinque di mattina, salvo poi dimenticartene…

    bene
    vai così
    cic

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: