La Madonna della Bruna

A Matera il 2 luglio c’è la festa della Bruna

madonna.jpg

 

E’ la festa patronale di una città, come mille altre (8101 altre per l’esattezza), ma ha anche una sua specificità.

Infatti, si prepara ogni anno un carro di cartapesta, esteticamente popolar-kitsch (vedi sotto), che viene fatto girare per la città.
Il bello sta nel fatto che l’obiettivo è distruggerlo (romperlo o strapparlo, mi pare dicano qui) specialmente dopo che sia stata fatta scendere la statua della Madonna (della Bruna. Ma la Madonna in quante versioni esiste?). Siccome il carro andrebbe rotto tutti insieme allegramente in piazza, alla fine del giro e siccome che queste feste tirano fuori le parti più animali delle persone (anzi sono fatte apposta come ci insegnano gli antropologi), tocca predisporre un battaglione di difensori del carro con il compito di portarlo sano e salvo alla meta ed alla disturzione “controllata”.

Ma chi difende il carro dai difensori (nonché dai taglieggiatori)?

Negli ultimi anni, dopo anche “offerte” di protezione da parte delle mafiette dei dintorni, si sono affidati alla celere la quale come da prassi ha manganellato senza troppo sottilizzare (viste scene alla tivù locale tipo contestazione al G8 😮 ).
Quest’anno si è deciso che è veramente ridicolo oltre che pericoloso continuare così e si è ritornati ai difensori “civili” (ma guardate alcune foto sotto).

Risultato: carro distrutto istantaneamente dopo il “rilascio” della Madonna, schemi saltati, difensori all’attacco e gente inviperita che picchiava chiunque passasse con un pezzo di carta o legna in mano

Il vostro valoroso cronista pure, come migliaia di altri, è rimasto “come il 2 di luglio”, modo di dire equivalente a “come quelli che giocano e perdono” oppure a “con un palmo di naso”. D’altra parte se esiste il detto vorrà dire che succede spesso 😉

L’anno prossimo quindi si prevede che il rito si ripeta pari pari. Rito pre-religioso ecumenicamente contaminato dalla Chiesa.

Se riscriveranno la costituzione europea proporrò sollenemente che nel preambolo ci sia scritto:

l’Europa affonda le sue radici nell’assalto al carro di Matera, nel lancio dei tronchi della Scozia, nella corsa coi tori di Pamplona, nei battenti di Guardia Sanframondi, nella gara a chi mangia più pipistrelli della Transilvania, negli alberi della cuccagna delle isole Cuccù

 

———————————– A voi le foto ———————————–

 

carro.jpg

carro_2.jpg

carro_divano.jpgah, il sacro ed il profano così ben mescolati…

 

angeli.jpg

io_difendo_2.jpgDifensore

 

 

io_difendo-forse.jpgDifensore?

 

 

io_difendo.jpg
Un uomo buono

 

digos.jpg
Un uomo buono?

 

luminarie.jpg
La sera del dì di festa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: